Gestionale HR: i 5 migliori del 2022, caratteristiche e quale scegliere

Un’azienda professionale dovrebbe sempre avere a disposizione un buon gestionale HR (Human Resource). Questo programma potrebbe riuscire a migliorare l’andamento generale dell’attività commerciale e migliorare la produttività dei dipendenti. Ma cos’è un gestionale HR, quali sono le sue caratteristiche e come scegliere i migliori? Ecco tutto quello che occorre sapere al riguardo.

Cos’è un gestionale HR

Un gestionale HR è una risorsa imprescindibile e fondamentale per un’azienda che si sta espandendo e che vuole crescere nel migliore dei modi. Questo software serve per Cos'è un gestionale HRcontrollare diversi aspetti del proprio team produttivo. Difatti, un software gestionale HR può essere utilizzato per controllare le presenze dei dipendenti, per la gestione dei turni, per l’analisi delle tendenze dei diversi lavoratori o anche per l’assunzione di nuove risorse.

Un buon reparto HR, che può contare su un software di ultima generazione, può portare numerosi benefici all’azienda. Per questa ragione, non occorre sottovalutare quest’aspetto, piuttosto, bisognerebbe concentrarsi sul miglior gestionale da applicare per la propria attività commerciale.

A cosa serve un gestionale HR

Nel dettaglio, a cosa può servire un gestionale HR? Ebbene, sicuramente, questo programma può essere utilizzato per comprendere quali sono i punti di forza della propria squadra. Analizzando l’andamento del lavoro, la precisione dei dipendenti e le loro abitudini lavorative, è possibile capire quali sono i pro del team di professionisti della propria azienda.

A cosa serve un gestionale HRAllo stesso tempo, un gestionale HR permette di comprendere in modo abbastanza chiaro quali sono le lacune che bisogna colmare. Utilizzando analisi e report, programmi del genere possono aiutare a capire quali abitudini devono essere cambiate, quali benefit possono essere implementati per stimolare i lavoratori e soprattutto quando è necessario assumere nuovi lavoratori. Senza dimenticare poi, che ci sono alcuni software che permettono di gestire tutti i documenti inerenti ai lavoratori.

Questo significa riuscire a centralizzare e organizzare nel migliore dei modi buste paghe, contratti e certificati di malattie. Così facendo, si offrirà un buon servizio ai lavoratori, che saranno propensi a lavorare per l’azienda, visto che tutto sarà tenuto costantemente sotto controllo in modo preciso.

In poche parole, un gestionale HR, se utilizzato in modo saggio, può diventare una sorta di consigliere che indica quale direzione seguire. Solo prestando attenzione ai dati e alle analisi fornite è possibile migliorare lo sviluppo dell’attività commerciale e puntare a risultati sempre più alti.

Come funziona un gestionale HR?

Un gestionale HR funziona in modo pratico e abbastanza semplice da comprendere. Questo programma permette di gestire i dati relativi ai lavoratori. Per questo dovrebbe essere collegato a timbratori oppure sistemi centralizzati dell’azienda. In questo modo, il gestionale, dopo essere stato avviato e configurato, è capace di analizzare in autonomia il flusso di dati derivante dalle altre periferiche. Così facendo, si potranno ottenere continuamente report e analisi sull’andamento della produzione.

Avviare un gestionale HR è molto semplice. Solitamente, i migliori programmi del settore dispongono di tutorial o suggerimenti per configurare al meglio tutte le opzioni. Seguendo queste procedure, si potrà svolgere un lavoro preciso e avviare nel migliore dei modi il programma.

Inoltre, alcuni programmi sono organizzati in moduli. Questo significa che avranno diverse sezioni che serviranno per svariati compiti. Ad esempio, alcuni moduli potrebbero servire alla conservazione e alla catalogazione dei documenti dei dipendenti, altri all’individuazione di nuovi profili e all’assunzione di nuovi lavoratori. Il gestionale HR non dovrebbe essere utilizzato solo da una persona, ma dovrebbe essere messo a disposizione di tutta la squadra che si occupa della gestione delle risorse umane.

I vantaggi nell’utilizzo di un gestionale HR

I vantaggi di un gestionale HR sono davvero tanti. Ecco nella fattispecie, quali sono i benefici derivanti dall’uso di un programma del genere:

– Possibilità di amministrare al meglio il proprio team
– Capacità di comprendere i punti di forza e le lacune dell’azienda
– Possibilità di migliorare le condizioni dei lavoratori e di conseguenza la produzione
Gestione di eventuali problemi con un determinato lavoratore
Assunzione di nuove risorse qualora fosse necessario
Conservazione ordinata e precisa dei documenti di tutti i membri del team
Facilità di utilizzo adatta a tutti, anche a coloro che non hanno molta esperienza con i dispositivi informatici

Sfruttando al meglio un gestionale HR per la propria azienda, i risultati positivi potranno essere assicurati.

Come scegliere un gestionale HR: vantaggi e funzionalità

Ci sono alcune caratteristiche che occorre considerare prima di scegliere un determinato programma. Ad esempio, in primo luogo, occorre comprendere quali sono i servizi offerti di un programma. Cosa permette di fare questo gestionale? Il suo utilizzo può aiutare l’azienda a crescere e migliorare? Queste sono solo alcune domande che bisogna farsi quando si analizzano i servizi offerti da uno specifico programma.

Come scegliere un gestionale HR: vantaggi e funzionalitàInoltre, bisogna anche capire qual è il livello del gestionale. Se un programma è adatto a start-up e nuove aziende, forse non andrà bene per chi ha bisogno di monitorare i bisogni di centinaia di lavoratori. Dunque, è opportuno accertarsi del lavoro che è in grado di svolgere un determinato programma.

Ancora, è bene considerare anche lo sviluppatore di un software. In questo ambito, è bene affidarsi a sviluppatori con esperienza che sanno come realizzare programmi di qualità. Così facendo, si avrà la certezza di ottenere programmi utili, funzionali e semplici da utilizzare. Infatti, non bisogna sottovalutare l’interfaccia di un software gestionale per le risorse umane, che dovrebbe essere pulita, accattivante e intuitiva.

Infine, può essere appropriato anche leggere le recensioni degli altri utenti. Comprendere il parere di lavoratori che in passato hanno usato un software gestionale HR può essere la mossa giusta per apprendere in modo veloce pro e contro di un determinato programma. Con questo modo di fare, si potrà fare una cernita dei programmi adatti alle caratteristiche della propria azienda e optare sempre per quello migliore per le proprie esigenze.

Quali sono i costi di un programma gestionale HR?

Non c’è una risposta fissa a questa domanda. I costi di un gestionale HR variano da programma a programma. Alcuni software offrono una versione gratuita per provare tutti i servizi che mettono a disposizione dell’utente. In questo modo, una volta che la versione di prova sarà terminata, un addetto alle risorse umane può scegliere con sicurezza la versione più adatta alle sue esigenze.

Ad ogni modo, sono disponibili anche gestionali human resource gratuiti. Questi ultimi, comunque, hanno diverse limitazioni e spesso sono adatti ad aziende PMI o start-up. Dunque, occorre scegliere con cura quale tipologia di abbonamento utilizzare e soprattutto se vale la pena affidarsi a un programma gratuito.

In linea di massima, il prezzo di un gestionale HR da sostenere varia dai 30 euro fino ai 100 euro mensili.

I 5 migliori gestionali HR: quale scegliere (aggiornamento 2022)

Ci sono davvero tanti gestionali HR tra i quali scegliere attualmente. Quali sono i migliori cinque gestionali HR da scegliere nel 2022? Ecco tutte le migliori opzioni disponibili.

Rippling

Il primo gestionale HR da prendere in considerazione è Rippling. Si tratta di un programma che viene utilizzato da alcune delle aziende più famose al mondo. Questo software permette di usufruire di numerosi servizi come analisi delle tendenze, analisi del curriculum, conservazione dei documenti, creazione dei report e gestione dei benefit.

In più, questo programma si integra alla perfezione con applicazioni di terze parti come Gmail, Slack e Office. Questa è sicuramente una delle migliori soluzioni da scegliere per gestire le risorse umane in modo eccellente, aumentando la produttività del team. Il costo per utilizzare Rippling è di circa 8 euro al mese e si può approfittare anche di una prova gratuita.

Gem

Gem è un altro gestionale HR molto gettonato da reclutatori e addetti alle risorse umane. Ciò che colpisce di questo programma è la sua interfaccia pratica e intuitiva. Chiunque può utilizzare in maniera autonoma questo software, anche se magari non possiede particolari abilità informatiche.

Tra i servizi più interessanti di questo programma ci sono l’analisi di curriculum, la possibilità di creare un CRM dei dipendenti o dei fornitori, la gestione dei candidati e l’archiviazione di documenti. Per conoscere il prezzo di Gem ogni azienda può inviare una mail, così da ottenere una quotazione personalizzata e su misura.

IntelliHR

IntelliHR è un’altra soluzione smart e pratica per gestire nel migliore dei modi le risorse umane. Questo programma viene utilizzato da centinaia di aziende, sia PMI che grandi business. Le funzionalità di questo programma sono davvero tante. Ad esempio, è possibile analizzare le abitudini dei lavoratori dell’azienda, concentrarsi sulle loro performance e cercare di solidificare il team.

Questo programma può integrarsi anche con altre app e può essere utilizzato su sistemi di vario genere come computer Windows, Linux o Chromebook. L’abbonamento base di questo programma parte da circa 3 euro al mese, ma può variare a seconda delle esigenze personali.

Eggup

Eggup è un gestionale human resources italiano. Per questa ragione, scegliendo tale programma, non si avranno problemi di localizzazione o lingua. Ogni impostazione sarà chiara e precisa. Sin da subito, quello che colpisce di questo programma è la sua dashboard, utile per tenere sotto controllo le funzionalità principali del programma.

Grazie a questo programma, si potranno valutare le operazioni svolte dai dipendenti, assegnando un voto al loro lavoro. Allo stesso tempo, si potranno proporre quiz e test ai dipendenti per comprendere le loro tendenze. Grazie ad analisi e report poi, si potranno curare i punti deboli dell’azienda e puntare in alto. Il costo di questo software è di 30 euro.

Databox

Tra i migliori gestionali HR del 2022 rientra anche Databox. Questo programma è completo e permette agli addetti alle risorse umane di avere un quadro ben chiaro del team aziendale. Difatti, grazie a Databox è possibile impostare parametri prestazionali e obiettivi che il team deve raggiungere. Da qui si può partire per valutare attentamente le prestazioni di ogni lavoratore.

Databox può essere utile anche per realizzare un quadro delle attività, la pianificazione strategica dei compiti da svolgere e le analisi della produttività. Il prezzo di questo software è di circa 80 euro al mese, ma visto i servizi offerti, vale la pena spendere una cifra simile mensilmente.

Lascia un commento