Uni IT S.r.l

A metà del 2000 la Provincia Autonoma di Trento e il Tesoriere Caritro SpA sottoscrivono il protocollo d’intesa per la realizzazione del progetto Mandato Informatico.
I primi test funzionali del servizio Mandato Informatico vengono effettuati nella primavera del 2001 e si concludono, con soddisfazione di entrambe le parti, a novembre dello stesso anno.
Dal 1° gennaio 2002 la Provincia Autonoma di Trento inizia a gestire i propri ordinativi di pagamento utilizzando il nuovo servizio e diventa così in assoluto il primo Ente Pubblico Locale in Italia a dotarsi di una soluzione di colloquio con il Tesoriere supportata dalle tecnologie di Firma Digitale.
Nel 2002 Caritro SpA entra a far parte di UniCredit Banca SpA. Nel mese di marzo del 2003 viene costituita Uni IT Srl che ha tra i propri obiettivi lo sviluppo e la distribuzione di soluzioni avanzate per la Pubblica Amministrazione.
Nel 2006 Uni IT inizia la sua attività come conservatore.
Nel 2013 Uni IT ottiene la certificazione di qualità ISO 9001:2008, nel 2014 ottiene anche la certificazione, concernente la sicurezza delle informazioni, ISO 27001:2006 e la certificazione, concernente la gestione dei Servizi Informatici, ISO 20000-1. Nel 2015 la certificazione ISO 27001 viene aggiornata alla nuova versione della norma ISO 27001:2014.Nel 2015 Uni IT diventa Conservatore accreditato presso AgID (Agenzia per l’Italia Digitale) in conformità a quanto previsto dalla circolare AgID 65/2014 che definisce le modalità per l’accreditamento e per la vigilanza sui soggetti che intendono conseguire i riconoscimenti più elevati, in termini di qualità e sicurezza, prevedendone l’iscrizione in un apposito elenco pubblico.Nel 2016 Uni IT aggiorna la certificazione di qualità alla nuova versione della norma ISO 9001:2015.
Nel 2018 il 49% della proprietà viene trasferito da Cassa del Trentino SpA ad Argentea Srl (Gruppo GPI).
Nell’ottobre del 2018 il restante 51% della proprietà viene trasferito da UniCredit Services ScPA ad Argentea Srl (Gruppo GPI)

Sede:

Via G. Galilei, 1 – 38122 – Trento

I nostri prodotti

La Soluzione Ordinativo InformaticoLa Soluzione Ordinativo InformaticoL

La Soluzione Ordinativo Informatico di Uni IT si interfaccia con le procedure di incasso e di spesa delle Pubbliche Amministrazioni, assicurando lo scambio informativo con i Servizi di Tesoreria e di Cassa delle Aziende Bancarie in condizioni di certezza delle informazioni, efficacia dei controlli e rapidità nei pagamenti. Il tutto assistito dall’utilizzo delle tecnologie di Firma Digitale.

La Soluzione Multi-Ente e Multi-Tesoriere si appoggia ad un modello architetturale finalizzato ad erogare un servizio in modalità ASP (Application Service Provider).
L’approccio ASP presenta consistenti vantaggi per i potenziali Clienti, ai quali si richiede:
– limitato investimento iniziale relativo al set-up dell’ambiente dedicato;
– nessun bisogno di acquisire tecnologie e know-how specialistico;
– tempi di attivazione e implementazione molto ridotti;
– costi di esercizio fissi o indicizzati ad un parametro di utilizzo in funzione del numero di ordinativi trattati.

Il processo di Conservazione Sostitutiva di Uni ITL

L’operazione di versamento consiste nella trasmissione dei documenti da conservare e dei metadati che li specializzano. La ricezione e presa in carico di un pacchetto di versamento segue uno schema logico di funzionamento che si articola in due fasi distinte: ricezione dell’Indice del Pacchetto di Versamento (IPdV) e ricezione dei documenti che fanno parte del Pacchetto di Versamento (PdV).

I canali ammessi per la trasmissione sono:
• interfaccia web;
• invocazione di metodi tramite web service REST;
• invio in allegato a una mail PEC;
• trasferimento via protocollo FTP.

Ogni canale messo a disposizione è provvisto di opportuni accorgimenti per la trasmissione dei dati in modalità sicura:
• l’interfaccia web viaggia su protocollo HTTPS;
• il web service REST è contattabile tramite protocollo HTTPS;
• la PEC nativamente garantisce autenticità della provenienza e notifica di consegna in modalità sicura;
• il server FTP è raggiungibile via SFTP.

Il sistema di conservazione prende in carico un PdV solo dopo che tutte le sue parti (IPdV e relativi documenti) vengono correttamente ricevuti e superano positivamente i relativi controlli.
Tale operazione viene ufficialmente sancita dalla produzione del cosiddetto Rapporto di Versamento (RdV) che viene inviato o reso disponibile al cliente secondo le modalità previste dall’accordo contrattuale.
I log relativi ai singoli versamenti riportano l’oggetto (indice o documento), il risultato dell’operazione (ok o errore), data e ora e l’utente che ha fatto l’operazione.

Uni IT S.r.l