Software per creare app: i 5 migliori del 2021, caratteristiche e quale scegliere

Negli ultimi anni, grazie ai software per creare app, open source e a pagamento, è possibile realizzare un’applicazione senza necessariamente possedere delle competenze di programmazione.

L’interazione quotidiana con i dispositivi fissi o mobili induce sempre più aziende nell’investire nel settore delle applicazioni. La capacità di un programmatore di realizzare un’applicazione utile non solo per il puro intrattenimento, ma anche per le attività lavorative, indirizza il mercato verso la realizzazione di software capaci in poco tempo di soddisfare le esigenze comuni.

Tuttavia, non tutti hanno le competenze per programmare un’applicazione, sia questa utile per il proprio lavoro o divertimento, rinunciando in alcuni casi anche all’idea più intelligente per una mancanza di operosità. Nei paragrafi a seguire focalizzeremo lo sguardo proprio sulle soluzioni più interessanti dei software per creare app, al fine di soddisfare le esigenze di aziende e privati.

Cos’è un software per creare app

Da un punto di vista tecnico un software per creare app non è altro che un mezzo capace aiutare gli sviluppatori nell’implementare applicazioni per la gestione dei flussi di lavoro attraverso un codice informatico ben definito. Il programma permette, attraverso un’interfaccia di lavoro preimpostata, di creare da zero una nuova applicazione grazie al linguaggio informatico.

Esistono in commercio due tipologie di software capaci di effettuare tali finalità: open source e a pagamento.

Open Source: un software open source atto alla creazione di un’applicazione è totalmente gratuito e basa il suo funzionamento su un codice pubblico.

A pagamento: un software a pagamento, usualmente brandizzato, dispone di tantissime funzionalità per la creazione di applicazioni, ma necessita di un investimento iniziale per l’utilizzatore.

A cosa serve un software per creare app

Come è facile dedurre dalla definizione, un software per creare app ha lo scopo di realizzare un codice capace di soddisfare le esigenze dell’utilizzatore finale. Affinché si possa dare vita a un’applicazione, che segua gli obiettivi del committente, vi è la necessità di impiegare un software dedicato alla creazione del codice stesso. Migliore sarà la scrittura del codice informatico all’interno del software e migliori saranno i risultati per il destinatario.

Come funziona un software per creare app

Esaminando il sistema di funzionamento di un software per la creazione di applicazioni è evidente come questo possa cambiare a seconda dello scopo con cui è stato progettato. Sebbene ogni software sia stato programmato per soddisfare alcuni ambiti specifici, si possono identificare tre componenti fondamentali per il suo funzionamento: linguaggio di programmazione, piattaforma di riferimento e tipologia.

Come funziona un software per creare appLinguaggio di programmazione: come anticipato nelle righe precedenti, un software di questa tipologia basa il proprio funzionamento sulla scrittura di codici di programmazione. Un software per creare app su Android può utilizzare un linguaggio di programmazione completamente diverso da un programma per Windows. I linguaggi di programmazione più diffusi su Android sono XML e Java, mentre per le applicazioni su iPhone il linguaggio di programmazione è l’Objective-C.

Piattaforma di riferimento: creare applicazioni da un sistema Windows è totalmente diverso che farlo da un sistema Android o iOS. L’interfaccia, il linguaggio di programmazione e il risultato finale possono differire in base alla piattaforma di riferimento.

Tipologia: il funzionamento di un software pensato per la creazione di app dipende anche dalla sua natura a pagamento oppure open source. Tantissime funzionalità sono presenti solo nelle versioni a pagamento e ciò influenza completamente il funzionamento del software. Benché l’evoluzione dell’open source sia evidente, un programma Premium consente di ottimizzare i tempi ed espandere le soluzioni in modo migliore.

I vantaggi nell’utilizzo di un software per creare app

L’utilizzo di un software per creare app ha oggettivamente tantissimi sbocchi, dalla possibilità di dar vita a un programma utile per la propria azienda al puro divertimento di soddisfare un’esigenza passeggera. Ma quali sono i benefici concreti che un software per creare app può garantire? Vediamo quelli più evidenti prima di effettuare la scelta.

  • Costi
  • Investimento
  • Personalizzazione
  • Facilità di utilizzo
  • Multi-piattaforma

Costi

La possibilità di scegliere tra un software open source o a pagamento permette ad aziende e privati di abbassare in modo concreto i costi di investimento. Un software Premium consente di sfruttare a pieno le potenzialità di questo settore, ma non tutti hanno la dote economica e la voglia di acquistare un programma a pagamento.

Optando per una soluzione gratuita si possono comunque ottenere degli ottimi risultati per avviare e poi perfezionare il proprio o il progetto altrui.

Investimento

La componente tempo risulta essenziale nell’ambito del lavoro, riuscire a realizzare la propria idea prima degli altri può essere fondamentale per ottenere dei risultati concreti. Un software per creare app ha il vantaggio di velocizzare il processo di creazione dell’applicazione e garantire a chi ne ha bisogno di ridurre i tempi di realizzazione.

Come è facile intuire analizzando i costi, con piattaforme open source, è possibile investire il proprio tempo più che una cifra in denaro. Beneficio da non sottovalutare assolutamente se non si ha un budget iniziale rilevante da investire in soluzioni professionali o affidate ad esperti nel settore.

Personalizzazione

I vantaggi nell'utilizzo di un software per creare appTra i vantaggi più significativi di un software per creare app c’è la sua capacità di personalizzare interfaccia. Grazie all’evoluzione grafica di questa tipologia di programma è possibile ricreare un’interfaccia di lavoro ideale sul proprio modo di programmare, ottimizzando i tempi e riducendo al minimo le distrazioni.

Oltre alla più banale capacità di personalizzare il comparto grafico vi è la più importante personalizzazione dell’app finale. Un software per creare app ha lo scopo di realizzare programmi che soddisfino le esigenze del consumatore finale, ciò consente una personalizzazione totale del prodotto finale.

Ogni committente ha bisogni e finalità differenti per l’app in creazione, infatti, ciò che distingue un software ideale da uno meno appropriato è la capacità di soddisfare più richieste possibili all’interno dello stesso contesto informatico. Purtroppo, in questo caso i vantaggi di un software a pagamento sono sicuramente maggiori, ma per un’attività dove le esigenze non devono superare alcuni parametri, anche le versioni open source possono dire la loro senza sfigurare.

Facilità di utilizzo

Molte persone, anche senza competenze nel linguaggio di programmazione, grazie a software per creare app non hanno avuto particolari problemi nel farlo con i software giusti.

La facilità nell’utilizzare oggigiorno un software di questa tipologia è veramente basilare, oltre alle guide presenti all’interno del programma stesso, un’interfaccia intuitiva e un’automatizzazione dell’inserimento del codice permette veramente a tutti di realizzare la propria app.

Non è difficile dedurre come un software open source richieda qualche competenza in più rispetto a una piattaforma a pagamento, quest’ultima usualmente munita di funzionalità automatiche che garantiscono l’inserimento del codice senza errori o disfunzionalità.

Tali condizioni però possono differire a seconda del sistema di riferimento e dal software scelto per dar vita alla nuova applicazione.

Software per creare app multi-piattaforma

Software per creare app multi-piattaformaBeneficio indiscutibile che un software per creare app può garantire è la sua capillarità su più sistemi operativi. Oltre ai diversi linguaggi di programmazione è opportuno riflettere anche sui possibili utilizzi futuri dell’app creata. Un software completo consente di realizzare un’app per più piattaforme, garantendo una maggiore eterogeneità e limitando i costi nell’acquisto di più applicativi.

Attraverso l’implementazione di funzionalità dedicate è possibile estendere le capacità di un software base, ma è consigliabile scegliere il programma ideale conoscendo perfettamente i bisogni del cliente e le proprie capacità lavorative.

 

Come scegliere un software per creare app: vantaggi e funzionalità

Analizzando i vantaggi è evidente come investire in un software per creare app possa essere una soluzione intelligente, ma l’infinita scelta rende complicato affidarsi a un software piuttosto che a un altro. Prima di acquistare il programma desiderato è opportuno valutare nel modo migliore possibile alcuni parametri e caratteristiche. Vediamo quali sono le linee guida da seguire prima di scegliere il software ideale alle proprie necessità e a quelle dei clienti.

Open source o a pagamento

Uno dei paramenti di scelta più importanti per un software di questa tipologia è la sua natura gratuita o a pagamento. Come già ribadito in precedenza, un programma Premium permette di incrementare le funzionalità utilizzabili, facilitando in molti casi l’impiego delle stesse all’interno della plancia di comando.

In alcuni frangenti però, soprattutto acquistando software costosi, il grado di difficoltà aumenta esponenzialmente, lasciando coloro che non hanno competenze informatiche di fronte a un problema ancora più grande. In questo caso diventa essenziale comprendere quali siano le proprie esigenze e virare su una versione open source o a pagamento.

Funzioni del software per creare app

Non tutti i software progettati per creare app hanno le stesse funzionalità. Oltre alla plancia di comando e all’interazione con le diverse aree di programmazione, è nei plug-in che si trovano le funzioni più interessanti.

Attraverso i plug-in, infatti, si potranno inserire funzioni aggiuntive atte a migliorare la stabilità, la fruibilità e la velocità dell’applicazione stessa. Diventa quindi un parametro fondamentale nella scelta di un software per creare app, dato che il committente può richiederle in base alla tipologia di indirizzo. Migliori saranno le funzionalità e maggiore risulterà la personalizzazione delle app create, caratteristica da non sottovalutare assolutamente se si ha la necessità di realizzare un’applicazione di qualità.

Sistemi operativi

Come scegliere un software per creare app: vantaggi e funzionalitàAlcuni software per creare app sono compatibili, o per meglio dire consentono l’esportazione di file per specifici sistemi operativi, solo con alcuni dispositivi. Sebbene possa non essere un limite se si ha una politica aziendale ben definita, può diventarlo nel momento in cui si ha l’esigenza di espandere l’applicazione creata a un’utenza quanto più estesa possibile.

Nella scelta, quindi, risulta essenziale valutare e verificare quelli che sono i sistemi operativi su cui può funzionare e su quelli che potranno avviare l’applicazione. Tale valutazione non è da sottovalutare data la natura ormai eterogenea degli smartphone.

Grafica

Quando si sceglie un software realizzato per la creazione di app, un aspetto da non sottovalutare è il comparto grafico. Tale componente può fare la differenza non solo per un migliore approccio al programma stesso, ma anche nelle funzionalità e nella velocità di utilizzo.

Sebbene i programmatori più esperti amino programmare in un ambiente completamente privo di elementi a schermo oltre la plancia di comando, un utente meno consapevole potrebbe non trovarsi a suo agio nell’utilizzarlo. Risulta molto importante, quindi, esaminare la componente grafica per comprendere al meglio se il design e l’estetica del software siano opportune per il proprio modo di lavorare.

Un ambiente più asettico non è assolutamente meno performante di un software esteticamente più curato, in questo caso è una condizione soggettiva e volta alla produttività nella creazione dell’app.

Semplicità e utilizzo del software per creare app

L’approccio a un programma di questo genere differisce a seconda delle proprie competenze. La differenza che c’è tra un software user friendly e uno più avanzato risiede principalmente nella facilità con cui è possibile accedervi. Nella gran parte dei casi si incorre nell’errore di scegliere il programma più costoso per ottenere più funzionalità, ma tale comportamento non necessariamente conduce verso una soluzione semplice da utilizzare.

Sempre più utenti, infatti, utilizzano software open source per la loro accessibilità, riuscendo anche a confrontarsi con tantissimi altri utilizzatori che condividono la loro esperienza e in alcuni casi le loro problematiche sul medesimo software.

Interfaccia di comando

Non tutti i software hanno la stessa plancia di comando per la composizione dello script. Il Linguaggio di programmazione, sia esso Java, XLM, Objective-C oppure di altra tipologia, presenta un diverso posizionamento dei comandi e delle funzionalità.

Diventa, quindi, necessario valutare le caratteristiche più idonee alle proprie competenze, evitando un’interfaccia macchinosa e poco intuitiva. Spesso però si è vincolati da un’interfaccia standard difficilmente modificabile, in questo caso è opportuno informarsi su più software per sperimentare personalmente l’user experience di ognuno. Migliore sarà l’interfaccia di comando e più veloci e produttivi saranno i risultati finali.

Aggiornamenti

Funzionalità o servizio su cui dover ragionare prima di scegliere un software per creare app è la sua capacità di aggiornamento. Non tutti i programmi sono supportati dall’azienda produttrice con aggiornamenti costanti, ciò costringe gli utenti in alcuni casi nell’affidarsi a un’assistenza di terze parti.

I software open source, sebbene quasi sempre non abbiano un servizio dedicato per gli aggiornamenti, sono supportati dalla community costantemente ed è quindi importante informarsi nel modo corretto.

Mentre un software a pagamento è nel 90% dei casi aggiornato periodicamente, quindi risulta sicuramente meno soggetto a disservizi o malfunzionamenti nel codice sorgente. Usufruire di un software aggiornato è un vantaggio da non trascurare, il miglioramento costante si riscontra concretamente non solo nell’affidabilità, ma anche nella possibilità di utilizzare plug-in più innovativi.

Costi per un software per creare app

I benefici prima e le caratteristiche poi definiscono quelli che possono essere i costi di un software per creare app. Un programma con più funzionalità ha inevitabilmente un costo maggiore, ma in molti casi può non essere indicato per le proprie esigenze. Ovviamente il principale parametro che stabilisce il prezzo di un software per creare app è la tipologia di piattaforma di riferimento. Un software con un linguaggio di programmazione dedicato ha un costo inferiore un programma capace di averne più di uno. Ma nel concreto quali sono i prezzi o le modalità di acquisto di un software per creare app?

Gratuito: come già evidenziato in precedenza, un software open source è completamente gratuito, garantendo buone funzionalità e un linguaggio di programmazione costruito per la propria attività lavorativa.

A pagamento: il costo di un programma professionale a pagamento usualmente non è una tantum, ma su abbonamento mensile/annuale. Analizzando i prezzi di mercato, un software con ottime funzionalità e plug-in implementabili ha un costo variabile tra i 10-100 dollari mensili o 100-1000 dollari annuali.

Cloud computing: soluzione alternativa, ma di grande espansione sul territorio internazionale, è l’utilizzo di software per la creazione di app attraverso un sistema di cloud computing. Senza la necessità di avere un hardware dedicato è possibile programmare la propria app su un impianto digitale acquistabile sulle piattaforme dedicate. Il costo è nella gran parte dei casi mensile e dipende dalla potenza di calcolo del server scelto.

I 5 migliori software per creare app

Analizziamo ora i cinque software più apprezzati e utilizzati da aziende e privati per la creazione delle app.

Xamarin 2

Software ideale per la creazione di app cross-platform. Disponibile sia in versione gratuita che a pagamento.

Cordova

Soluzione eccellente per la programmazione in JavaScript, a cui aggiunge la funzionalità di avere un codice di riferimento da cui iniziare per creare le proprie app.

PhoneGap

Programma gratuito offerto da Adobe, capace di sviluppare codici HTML5, CSS e JavaScript per il mondo delle app mobile.

Aware IM

Tra i software più apprezzati per la compatibilità con il database SQL risulta ideale per la programmazione di app web e sviluppo software.

Appcelerator Titanium

Colosso della realizzazione di app per lo sviluppo aziendale, questo software è l’ideale per chi ha la necessità di realizzare app cross-platform per sistemi operativi Android e iOS.

Lascia un commento