Software per gestione magazzino: i 5 migliori del 2022, caratteristiche e quale scegliere

Un software per gestione magazzino non è altro che un applicativo utilizzabile in azienda per gestire le aree di stoccaggio della stessa. In commercio ne esistono di svariate tipologie, ognuna delle quali contraddistinta da funzioni e caratteristiche ben definite, e ciò può rendere la scelta del software più complicata.

In linea generale, il software può essere sfruttato per etichettare prodotti, localizzarli, stoccarli e verificarne l’entità – sul piano numerico e funzionale – in modo tale da permettere all’azienda di ottenere dei vantaggi sul piano organizzativo.

All’applicativo, infatti, sono demandate operazioni che, in caso contrario, andrebbero affidate a personale in carne e ossa, meno “prestante” in termini di esecuzione di calcoli automatizzati.

Detto ciò, esaminiamo più nel dettaglio la reale utilità di un software per la gestione del magazzino.

A cosa serve un software per gestione magazzino

Un software per la gestione di un magazzino ha molteplici finalità.
In primo luogo, l’applicativo torna utile per la localizzazione e la numerazione della merce nelle aree di stoccaggio.

A cosa serve un software per gestione magazzinoPer definizione, un computer possiede una potenza di calcolo superiore rispetto alle specifiche capacità umane. Lo stesso vale per i software, concepiti appositamente per l’esecuzione di mansioni in sostituzione all’operato di un tecnico.

Il discorso è valido anche per un programma destinato all’utilizzo all’interno di un magazzino: l’applicativo garantirà un completamento assai più rapido dei calcoli vari, con tutte le conseguenze del caso.

Da non sottovalutare, entrando ulteriormente nel dettaglio, la possibilità di numerare la merce con facilità, oltre a localizzarla nelle diverse aree del magazzino aziendale.

In secondo luogo, un software di questa tipologia si dimostra utilissimo per la catalogazione dei propri articoli, indipendentemente dalle loro caratteristiche.

Infine, particolarmente interessante la possibilità di gestire lo smistamento e lo spostamento della merce con una precisione e una velocità maggiori, in modo tale da ridurre le tempistiche di lavoro e di esecuzione delle mansioni nel magazzino.

Come funziona un software per gestione magazzino

Partendo dal presupposto che ogni software presenta caratteristiche ben determinate, è possibile delineare degli aspetti generici comuni ad ogni applicativo per magazzino.

Come funziona un software per gestione magazzinoA proposito del loro funzionamento, i software si contraddistinguono innanzitutto per un’interfaccia semplificata. Questa permette agli utenti di usufruire dei programmi in maniera intuitiva, senza dover perdere del tempo nella comprensione delle funzionalità in seno al programma.

Per quanto riguarda l’utilizzo, gli applicativi per la gestione di un magazzino, di norma, possiedono un catalogo elettronico riferito al catalogo fisico del magazzino stesso. La versione in digitale rispecchia fedelmente – sul piano logistico – quella fisica, riportando una suddivisione comprensibile dei reparti effettivi presenti nelle aree di stoccaggio.

L’utente che si accinge a utilizzare un software simile potrà recarsi nei comparti desiderati, e una volta raggiunto lo spazio interessato potrà verificare la merce stoccata, le caratteristiche della stessa e, nel caso, stabilire uno spostamento in una direzione differente del magazzino aziendale.

I vantaggi nell’utilizzo di un software per gestione magazzino

Compreso in modo generico il funzionamento dei software qui descritti, vediamo quali sono i vantaggi effettivi legati all’utilizzo degli stessi:

• Maggiore rapidità nella gestione della merce. Gli utenti al lavoro sui software in questione potranno notare fin da subito un evidente snellimento delle operazioni di magazzino, un aspetto che porterà l’azienda ad espletare le mansioni di stoccaggio in tempi ridotti. Ciò comporta conseguenze a catena, vista la possibilità di organizzare al meglio la gestione stessa del magazzino;

• Grande facilità nello spostamento degli articoli stoccati. Gli utenti del software potranno gestire la merce con maggiore precisione, sfruttando le numerose funzionalità presenti nell’applicativo prescelto;

• Riduzione delle tempistiche per la consultazione dei prodotti in magazzino. I software in questione permetteranno agli operatori di verificare con maggiore rapidità le caratteristiche delle schede prodotto, in modo tale da sondare al meglio le peculiarità della merce stoccata;

Performance economiche più “significative” derivanti da una maggiore rapidità nello svolgimento delle mansioni in magazzino. L’utilizzo dei gestionali qui descritti, come abbiamo visto in precedenza, comporta una riduzione generale delle tempistiche di gestione dei prodotti stoccati, il che si traduce conseguentemente in maggiori opportunità di profitto: le aziende potranno sveltire le procedure di gestione degli articoli, risparmiando in modo significativo una quantità di tempo non indifferente.

Software per gestione magazzino in vendita

In linea generale, l’utilizzo di software per la gestione dei magazzini porta con sé una serie di vantaggi non indifferenti, così come osservato in precedenza.

Tuttavia, come osserveremo qui di seguito, la scelta del software più adatto alle esigenze dell’azienda può risultare complicata: sul mercato si trovano programmi differenti venduti a prezzi altrettanto distinti, e da ciò ne deriva la necessità di individuare con cura il prodotto ideale per i propri scopi.

Approfondiamo queste tematiche ulteriori, aiutando gli utenti nella ricerca dell’applicativo ideale per il soddisfacimento delle specifiche esigenze del privato o dell’azienda, indipendentemente dal contesto commerciale di riferimento.

Come scegliere un software per gestione magazzino: vantaggi e funzionalità

La scelta di un software per la gestione di un magazzino dovrà essere oculata. L’utente o l’azienda che intende procedere con l’acquisto dovrà tenere in considerazione una serie di fattori in grado di determinare le effettive capacità dell’applicativo, a partire dalla presenza di una effettiva semplicità di fondo alla base del funzionamento del software.

Come scegliere un software per gestione magazzino: vantaggi e funzionalitàUn secondo fattore da considerare è dato dalla possibilità o meno di individuare facilmente la merce stoccata, senza che l’utente debba perdere del tempo nel ricercare gli articoli a casaccio.

Terzo fattore essenziale riguarda la possibilità di effettuare cambiamenti all’interno del catalogo: gli utenti, qualora possiedano i requisiti e le autorizzazioni forniti dal datore di lavoro, dovranno poter gestire la merce senza problemi, eseguendo delle modifiche nel catalogo aziendale e nei prodotti interessati.

Infine, da non sottovalutare la possibilità di poter seguire lo spostamento della merce in tempo reale, sfruttando le potenzialità non indifferenti della tecnologia RFID (Radio-Frequency IDentification, Identificazione a Radiofrequenza).

Costi per un software per gestione magazzino e limiti

Venendo al discorso economico, stabilire una sola fascia di prezzo per l’acquisto di software simili è una questione complicata.

Ogni applicativo, infatti, può essere venduto a prezzi differenti, senza contare che alcune compagnie offrono i loro prodotti esclusivamente su abbonamento, con le aziende tenute a pagare una quota mensile per l’utilizzo dei programmi.

Costi per un software warehouse managementQuesto rappresenta un po’ un limite dei software in questione: per quanto essenziali, i piani di pagamento alla base dell’acquisto potrebbero essere più snelli, in modo tale da garantire alle aziende la possibilità di effettuare una spesa una tantum.

Non mancano, però, soluzioni alternative. Alcuni software vengono messi a disposizione dagli sviluppatori in maniera totalmente gratuita, così da consentire agli utenti di usufruire delle potenzialità degli stessi senza costo alcuno.

Per quanto riguarda i programmi a pagamento, la fascia di prezzo può variare da un software all’altro in modo significativo. In commercio si trovano servizi che consentono di sottoscrivere abbonamenti da 20-30 euro al mese, per poi fare affidamento su un ampio numero di funzionalità accessorie.

Ma la fascia di prezzo può salire ulteriormente.

Gli applicativi top di gamma, ad esempio, possono garantire la sottoscrizione di abbonamenti a un costo minimo di 100 euro al mese, il che testimonia la grande differenza di prezzo tra i vari software – nonché la netta distinzione tra i programmi e le loro funzionalità.

I 5 migliori software per gestione magazzino: quale scegliere (aggiornamento 2022)

Danea Easyfatt

Danea Easyfatt è l’ideale per gestire al meglio le operazioni di carico e scarico. Può essere provato in maniera gratuita, e tra le sue funzionalità si segnalano i vantaggi relativi alla produzione di etichette personalizzate da stampare in tutta semplicità.

Softshop

Softshop è considerato uno dei migliori software per la gestione di un magazzino. È dotato di svariate funzionalità, dalla gestione dei fornitori all’amministrazione delle varie categorie del magazzino, e si è dimostrato un applicativo potente e versatile.

King Datalog

King Datalog è noto per la sua capacità nell’interfacciarsi in modo semplice con applicativi differenti. Tutto ciò è dovuto alla facilità con cui le aziende possono “personalizzare” le funzionalità del software, adattandole alle specifiche esigenze dell’impresa.

GenioSoft Maestro

GenioSoft Maestro è sì un software per la gestione del magazzino aziendale, ma anche un programma utilissimo per gestire al meglio la fatturazione elettronica dell’azienda. Una funzionalità da non sottovalutare, mancante in diversi altri software appartenenti alla medesima categoria.

Konga

Konga è il software ideale per portare a termine con precisione le svariate mansioni logistiche all’interno del magazzino. Tra le sue funzionalità si segnala la presenza di moduli differenti destinati alle varie operazioni di natura logistica da svolgere nelle aree di stoccaggio.

Lascia un commento