Software per video editing: come utilizzarli e quali sono i migliori

Quando si parla di video editing si intende il complesso di tutte quelle operazioni che sono indispensabili per la creazione di un prodotto audio-video. Nell’era di Youtube e di altri social che puntano sul coinvolgimento dei video, diventa indispensabile saper creare un prodotto di qualità, sia per hobby che a livello professionale, per catturare l’attenzione degli utenti. C’è, però, un distinguo: infatti se per un video amatoriale basta semplicemente uno smartphone di buona qualità, per creare video più professionali occorre senz’altro puntare a strumenti che consentano di ottenere una maggiore varietà di soluzioni. Per raggiungere questo obiettivo e realizzare prodotti di medio e alto livello di video editing si utilizzano quindi software specifici. Ecco i migliori attualmente in commercio e il dettaglio delle loro funzionalità.

Cos’è un software di video editing

Un software di video editing altro non è che un programma che serve per fare montaggio di video di qualunque tipo. Esistono due tipi di editing di un video, quello lineare e quello non lineare.

Il primo è un sistema professionale che prevede l’utilizzo di dispositivi analogici come centraline di montaggio, titolatrici, etc. Questi strumenti si interfacciano con le telecamere e consentono di applicare filtri e altri effetti alle immagini che passano, il tutto in tempo reale, secondo un procedimento lineare e cronologico.

L’editing non lineare, invece, è quello che si può effettuare con un qualsiasi pc e il programma di video editing adatto. In questo caso vengono realizzati degli spezzoni di montaggio grezzi che poi vengono lavorati con filtri e altri accorgimenti e montati insieme secondo l’ordine che l’autore ne vuole dare. Il video editing non lineare è la metodologia di montaggio video più utilizzata al mondo, sia da parte dei professionisti del settore che da tutti gli appassionati di video editing che si dilettano a montare immagini e applicare suoni e colonne sonore. Il video editing non lineare, inoltre, prevede l’utilizzo di una strumentazione meno costosa rispetto a quello lineare e per questo sono sempre più numerosi gli appassionati di questa seconda tecnica.

Cosa si può fare con un software di video editing

Grazie a un software di video editing anche la persona meno esperta è in grado di montare immagini e suoni secondo l’ordine preferito. Con il programma giusto, infatti, le immagini possono essere memorizzate grezze sul pc, trattate con gli effetti desiderati e poi rimontate con l’ordine preferito, inserendo anche musiche, effetti sonori e molto altro ancora. Il funzionamento base di un software di video editing prevede una finestra con una barra del tempo sulla quale si possono copiare e incollare gli spezzoni del video che sono stati precedentemente trattati. Dopo aver salvato il progetto si potrà premere play e rivedere in sequenza le scene aggiunte. Se questa è la funzione basic, però, esistono poi funzioni avanzate che permettono di fare molto di più e che ovviamente cambiano in base al software che si è scelto di utilizzare. Ad esempio si possono creare dissolvenze, aggiungere pixellization, inserire scritte, titoli di coda, sottotitoli e molto altro ancora. Il software di video editing ovviamente è solo uno strumento nelle mani di chi lo utilizza che poi deve aggiungere tutta la sua creatività per completare il suo progetto. L’importante è riuscire ad individuare il software di video editing più adatto rispetto alle competenze, alle capacità ma anche ai bisogno di chi lo deve utilizzare.

Come utilizzare un software di video editing

Il software di video editing permette di lavorare secondo un flusso logico di azioni. In particolare si inizia con l’acquisizione delle immagini, ossia dei materiali originali che sono grezzi e non ancora trattati. In seguito si procede con la digitalizzazione delle stesse ed eventualmente con la loro modifica tramite codec. Poi si elabora finalmente il montaggio con il copia e incolla, si procede con la memorizzazione del video così ottenuto e c’è infine la consegna del lavoro su supporto esterno. In realtà, però, il software di video editing permette di poter aggiungere molti altri passaggi per ottenere un lavoro più professionale e completo. Esiste, infatti, la fase di post produzione che permette di aggiungere color grading, effetti speciali visivi, la sonorizzazione, il montaggio del suono, etc. Se questo è il flusso base, quindi, diverse saranno poi le operazioni secondarie ma anche le figure coinvolte in base alla mole di lavoro ma anche all’importanza della produzione.

Quale software di video editing scegliere in base alle proprie esigenze

In commercio esistono moltissimi tipi di software per video editing differenti. Per questo motivo occorre scegliere il prodotto più giusto non solo per le proprie esigenze ma anche in base al budget che si ha a disposizione. Si passa, infatti, dai prodotti gratuiti a quelli che possono costare anche migliaia di euro, bellissimi ma sicuramente inutili se lo scopo è quello di realizzare video amatoriali. Il primo passo, quindi, è sicuramente quello di partire dall’utilizzo che si deve fare del software per video editing. Lo scopo è quello di creare video divertenti da postare sui propri canali social? Allora andrà benissimo una versione gratuita che si può scaricare online.

Avete una piccola agenzia di comunicazione e vi interessa proporre dei video di qualità? Servirà un software più performante e completo in grado di realizzare montaggi professionali. Ovviamente occorre scegliere un prodotto che sia adatto anche al livello di conoscenza della materia di chi lo dovrà usare. Se siete proprio alle prime armi è inutile puntare a un prodotto completo ma di difficile utilizzo perché non riuscireste a sfruttare neanche la metà delle possibilità che il software offre. Meglio, allora, iniziare ad allenarsi con un prodotto base e solo successivamente pensare di acquistare qualcosa di più complesso, quando sarà più semplice padroneggiare i comandi.

I migliori software di video editing e caratteristiche

Proprio per quanto fino a ora detto, è difficile riuscire a individuare in assoluto una classifica dei migliori software di video editing perché il prodotto più giusto è sicuramente in relazione alle esigenze di chi lo utilizza. Ci sono, però, alcune caratteristiche generali che sono indispensabili. Innanzitutto devono avere un’interfaccia semplice e intuitiva da utilizzare, così anche nelle prime fasi di utilizzo del software sarà possibile sfruttare tutti i comandi velocemente, senza grossi problemi. Tutti i software, anche quello più basic, garantiscono la possibilità di effettuare layout lineari di video ma anche di creare effetti particolari, caricare temi e modelli, inserire opzioni di testo.

I video di editing più performanti, invece, consentono di stabilizzare le immagini, mixare l’audio, usare l’effetto motion e molto altro ancora. Poiché sul mercato ci sono moltissimi prodotti diversi, ognuno con caratteristiche specifiche ma anche costi estremamente differenti, il consiglio è quello di selezionare due o tre prodotti che potrebbero interessare e poi scaricare le versioni demo che sono gratuite e consentono di toccare con mano le possibilità che il software di video editing offre. Una volta individuato il prodotto giusto, poi, si potrà procedere con il suo acquisto. Per agevolare la selezione ecco, però, un elenco dei dieci software di video editing più utilizzati e conosciuti del mercato con le principali caratteristiche.

  • Lightworks

Lightworks è uno dei programmi di video editing non lineare più conosciuto, storico e utilizzato al mondo: sono tanti i film di Hollywood che vengono montati proprio con questo software, anche alcuni vincitori di Oscar. La sua caratteristica più interessante? Il programma è completamente gratuito e senza scadenza temporale. Infatti esiste una versione base del software che è free e poi quella a pagamento che ha delle funzionalità aggiuntive e si può acquistare a tempo, in base alle necessità, per una settimana, un mese oppure per sempre. Anche nella versione base, però, il programma consente di effettuare tantissime operazioni e di raggiungere un’ottima qualità del prodotto. La versione basic di Lightworks consente ad esempio di aggiungere effetti colorati al video oppure inserire testi e suoni. Un altro vantaggio di questo software è quello di riuscire a girare praticamente con qualsiasi sistema operativo visto che funziona con Linux, Windows e macOS. Inoltre Lightworks, essendo un prodotto pensato per i professionisti del montaggio, riesce a coprire un’ampia panoramica di tutti i formati video ad oggi utilizzati come dal DV al 4K cinematografico e addirittura il 3D. Ovviamente la funzione pro, essendo pensata per i professionisti, offre alcune particolarità che in realtà interessano un pubblico di addetti ai lavori come ad esempio la possibilità di poter lavorare sullo stesso progetto da più postazioni contemporaneamente.

  • VideoPad Video Editor

Per tutti quelli che sono alle prime armi con il montaggio dei video è consigliabile scegliere un prodotto che sia semplice da utilizzare e che consenta di sfruttare soprattutto le funzionalità di base. Un prodotto che risponde a queste caratteristiche è sicuramente VideoPad Video Editor. Si tratta di un software di video editing dall’interfaccia molto semplice, è leggero e può essere utilizzato con sistema operativo Windows, Mac OS X, Android e Kindle. Non è ricchissimo di funzionalità ma svolge bene il proprio compito. Consente, ad esempio, di applicare oltre 50 filtri differenti, aggiungere testi scegliendo fra diversi tipi di caratteri e stili di scrittura, inserire immagini non video, regolare in modo differente la velocità di riproduzione e così via. Ha la funzione motion tracking e consente la stabilizzazione del video. Infine permette di esportare il lavoro prodotto per diversi tipi di dispositivi quali lo smartphone, iPhone e iPod, la PSP, solo per citarne alcuni. Sul sito ufficiale di VideoPad Video Editor è possibile acquistare la versione base del software a un prezzo di poco meno di 30 dollari mentre la versione professional, con molte funzionalità in più, costa circa 50 dollari. Non sono previste versioni free del software.

  • Avidemux

Avidemux è un software gratuito per il video editing pensato per chi è alle prime armi e vuole imparare a montare video senza però fare grandi investimenti economici su un software professionale. Il programma è molto leggero e questo consente di installare anche su pc non particolarmente performanti. Un difetto di questo software è quello di non avere molte funzionalità diverse in quanto lo scopo principale con il quale è stato progettato è quello di effettuare piccole modifiche sui video. Nonostante ciò, però, offre tutte le funzionalità che ci si può aspettare da un software di video editing e soprattutto ha davvero un’interfaccia molto intuitiva per cui non sono necessari grandi studi prima di iniziare ad utilizzarlo. Consente ad esempio con pochi click di inserire una traccia audio all’interno del video e anche di poter modulare i suoni. Il software gira su sistema operativo Windows e su quello macOS. Alcuni utenti lamentano, però, la difficoltà di scovare su Avidemux tutte le funzionalità che si possono utilizzare perché quelle più particolari sono abbastanza “nascoste”. In realtà questo problema può essere facilmente risolto non appena si acquisisce un po’ di pratica con il software.

  • ShotCut

Questo software per video editing è nato per il sistema operativo open source Linux e per questo motivo il suo utilizzo può risultare abbastanza complicato soprattutto all’inizio. In realtà non è poi così difficile e con un po’ di pratica si riescono a sfruttare tutte le sue potenzialità. In cambio, però, Shotcut consente di avere la stessa qualità di prodotto che si ottiene con l’utilizzo della versione pro di Lightworks ma assolutamente gratis. Il programma gira su diversi sistemi operativi come Windows, Mac OS X e ovviamente Linux. Una delle caratteristiche principali di questo software – e anche una delle più apprezzate – è quella di non aver bisogno dell’importazione del video per iniziare la sua lavorazione perché ShotCut supporta l’editing video nativo e ciò consente di lavorare sui file originali, con un risultato qualitativo finale sicuramente migliore. Ricchissima la varietà di effetti e di attività che il software consente di effettuare. Inoltre il programma permette di realizzare dei video con una risoluzione massima di 1080 pixel che consente un’ottima visuale. Infine un altro vantaggio ShotCut è quello di avere un’interfaccia iniziale molto semplice che mette in evidenza tutte le funzioni base. Aprendo poi le diverse cartelle si accede alle funzioni più specifiche che non hanno nulla da invidiare ai tanti programmi a pagamenti di video editing.

  • VSDC Free Video Editor

Questo programma per video editing è completamente gratuito e consente di utilizzare un buon numero di funzionalità anche avanzate adatte anche a chi lo deve utilizzare per scopi professionali. Viene preferito a tanti altri prodotti sul mercato perché VSDC Free Video Editor è specializzato soprattutto nella creazione di video clip in quanto offre una delle più ampie gamme del settore per quanto riguarda effetti speciali e filtri applicabili. Sono talmente tanti da essere suddivisi in cinque categorie per macro area, all’interno di ognuna della quale si può trovare davvero di tutto. La sua interfaccia è semplice da utilizzare e una caratteristica particolare che lo contraddistingue da tutti gli altri software simili è quella della barra di lavoro che in questo caso non è lineare ma consente di inserire e di modificare in tutto o in parte le clip in qualunque posizione. VSDC Free Video Editor supporta tutti i tipi di formati generalmente più utilizzati come QuickTime, Avi e Windows Media. Uno dei pochi limiti di questo software gratuito per video editing è rappresentato dall’essere solo in lingua inglese, quindi tutti i professionisti che non lo masticano particolarmente bene possono avere delle iniziaòi difficoltà nell’individuare i diversi comandi e le tante funzionalità.

  • Windows Movie Maker

Questo software di video editing realizzato direttamente da Microsoft Windows sembrava un po’ scomparso negli ultimi anni, soppiantato da altri programmi più performanti. Invece con la versione 8.1 adatta anche al mobile è sicuramente tornato prepotentemente alla ribalta. Uno dei punti di forza di questo programma è quello di avere un’interfaccia davvero semplice proprio perché pensata per essere utilizzata direttamente dallo smartphone per modificare e montare video e poi caricarli direttamente sulle piattaforme social. La clip realizzata può essere arricchita con tanti effetti diversi, editing di colore, suoni e molto altro ancora. Il tutto molto velocemente perché il software è leggero e performante. Grazie a un tool specifico che si chiama Redmond si possono realizzare clip e video perfetti per essere immediatamente caricati su piattaforme come Youtube in quanto rispettano gli standard richiesti. L’app per smartphone mette a disposizione anche degli strumenti per lavorare gli Mp3 e per modificare o estrapolare contenuti audio. Il suo costo è molto contenuto in quanto l’applicazione si può scaricare dagli store ufficiali a meno di un dollaro e mezzo.

  • iMovie

iMovie è un programma di proprietà della Apple e per questo motivo il prodotto gira solo su questi dispositivi, quindi esclusivamente iOs e macOS. A parte questa limitazione tecnica, si tratta di uno dei software di video editing migliori che ci siano attualmente in circolazione. Uno dei suoi punti di forza è quello di avere una grafica coinvolgente ma allo stesso tempo molto semplice da utilizzare. Inoltre mette a disposizione degli utenti tantissime funzionalità differenti che consentono di creare delle semplici clip in modo semplice e veloce ma anche di arricchire i video con effetti di ogni tipo, raggiungendo una qualità del lavoro finale davvero professionale. Le clip si possono creare anche con la risoluzione in 4K e, grazie alle ultime modifiche apportate al software, oggi è in grado di collegarsi a diversi dispositivi (sempre mono brand però) per importare i video come la action cam oppure lo smartphone rigorosamente brandizzato con la mela. I suoni e le musiche di ogni tipo, invece, possono essere importante direttamente dalla libreria virtuale di iTunes, un altro prodotto a marchio Apple. Questo piccolo gioiello della tecnologia è disponibile assolutamente gratis per tutti i possessori di prodotti Apple, in particolare pc, tablet e smartphone.

  • Black Magic/DaVinci Resolve

Sicuramente non si tratta di un prodotto per chi è alle prime armi con l’editing video perché si parla di un software professionale che viene utilizzato nell’industria cinematografica per il montaggio e il post video di lungometraggi. Per questo motivo il suo utilizzo non è intuitivo e potrebbe risultare particolarmente difficoltoso per quelli che non hanno dimestichezza con questo tipo di software. Tuttavia una volta che viene fatta un po’ di pratica, DaVinci Resolve di Black Magic si mostra per quello che è: un software di editing video in grado di offrire moltissime soluzioni diverse per ogni tipo di problematica. Uno dei motivi per cui questo programma è molto amato è quello di consentire una colorazione delle immagini davvero oltre l’immaginabile. Ciò consente di creare qualunque effetto speciale, anche pescando nella nutrita libreria messa a disposizione sia nella versione base che in quella pro. Inoltre permette a più utenti di lavorare sullo stesso prodotto e può lavorare anche in ambiente VR offredo il massimo supporto e realizzando prodotti di altissima qualità. Il costo di questo software di video editing è variabile in base al numero di moduli che si intende scaricare. La spesa finale oscilla fra i 22 e i 49 dollari, in base ai tools che si acquistano nell’opzione.

  • Blender

Blender è un software utilizzato soprattutto per la produzione in 3D e questo lo differenzia da quasi tutti gli altri programmi che si possono trovare e acquistare online. Pensato per Linux, oggi è disponibile per quasi tutti i sistemi operativi, da Windows a MacOS. Uno dei limiti più evidenti è quello di non avere esempi concreti inseriti nella consolle che possono spiegare il funzionamento delle diverse attività, ma questo problema può essere risolto cercando i tanti tutorial che si possono trovare in rete. Un’altra fama che accompagna questo programma è quella di avere un’interfaccia abbastanza difficile da utilizzare ma è la caratteristica di tutti i programmi open source nati per il sistema operativo Linux. Una volta, però, che lo strumento viene padroneggiato con una certa dimestichezza, offre funzionalità che nessun altro programma garantisce. Un esempio? La possibilità di creare clip che includano immagini animate e fotogrammi reali, oltre ovviamente alla possibilità di realizzare prodotti in 3D. Per tutte le numerose funzionalità che offre, Blender è il programma di editing video preferito da molti artisti visivi che lo utilizzano per creare opere e mostre virtuali.

  • HitFilm

L’ultimo programma di video editing consigliato è HitFilm. Anche in questo caso l’utente può scegliere fra due versioni. La prima è quella basic che offre un buon numero di funzionalità ed è completamente gratuito. La seconda versione, invece, è quella pro che è a pagamento (costa circa 350 dollari per un utilizzo illimitato) e consente di realizzare prodotti di buon livello professionale. Questo programma consente anche nella versione base di realizzare montaggi video e clip animate inserendo moltissimi effetti speciali fra quelli messi a disposizione nel menù. Inoltre il software può essere sfruttato anche per realizzare video per il 3D oppure per correggere le colorazioni delle immagini presenti. Molto ricco anche il parterre di effetti audio che si possono utilizzare e che consentono di mixare non solo i volumi ma anche i suoni, gli effetti sonori, le musiche e molto altro ancora. Poiché le funzionalità sono tante e la sua interfaccia non è particolarmente semplice da utilizzare, il consiglio è quello di iniziare prima ad utilizzare la versione gratuita del software e poi eventualmente passare a quella a pagamento. In ogni caso la versione basic mette a disposizione tante funzionalità che sono più che sufficienti per chi vuole realizzare prodotti amatoriali.

 

Lascia un commento